L’Ecobonus è un’agevolazione fiscale che consente a privati (persone fisiche, società di persone, imprenditori individuali, professionisti), e società (società di capitali ed enti) di detrarre dall’IRPEF o dall’IRES una parte delle spese sostenute, sino al 31 dicembre 2018, per interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti (abitazioni monofamiliari e immobili a destinazione produttiva o commerciale) e sino al 31 dicembre 2021 per i medesimi interventi eseguiti su parti comuni dei condomini.

La misura della detrazione è definita da una percentuale che va da un minimo del 50% ad un massimo del 75% e spetta entro un ammontare massimo, variabile a seconda del tipo di intervento realizzato e in base al fatto che questo riguardi la singola unità immobiliare o edifici condominiali.

La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo.
Si possono detrarre sia i costi dei lavori edili relativi all’intervento energetico effettuato, sia le spese relative alle prestazioni professionali, comprese quelle necessarie per la realizzazione degli interventi agevolati e quelle sostenute per acquisire la certificazione energetica.

L’ANCE, associazione nazionale costruttori edili, ha pubblicato la guida operativa: “Ecobonus e sismabonus e la piattaforma Ance-Deloitte“.

La guida costituisce un vero e proprio manuale d’uso, uno strumento fondamentale per contribuenti, imprese e e professionisti al fine di orientarsi nel mondo delle norme, interpretazioni e strumenti degli incentivi, come la piattaforma Ance-Deloitte.

La piattaforma nasce da un accordo tra Ance e Deloitte per facilitare il pieno utilizzo dell’ecobonus e del sismabonus, con l’obiettivo di risolvere il problema di liquidità dei condomini e delle imprese, facilitando l’intervento del sistema bancario e garantendo sicurezza agli investitori interessati all’acquisto dei crediti d’imposta.